18.2 C
Torino
mercoledì 10 Agosto 2022

Arthur lucido, de Ligt decisivo anche in fase offensiva. L’analisi di Cagliari-Juventus

È servita una rete di Vlahovic a 15 minuti dalla fine per consentire alla Juventus di uscire dall’Unipol Domus con i 3 punti in tasca. Una vittoria importantissima maturata su un campo difficile, contro un avversario che nella gara di ieri sera ha fatto sudare le famose sette camicie alla Vecchia Signora. Una gara a due facce, nella quale dopo un’iniziale fase critica, i bianconeri hanno legittimato il loro successo creando numerose occasioni, dando continuità a una produzione offensiva in crescita nell’ultimo periodo.

Squadra non connessa alla gara. Il lampo di Joao Pedro fa da sveglia alla Juventus

Nella conferenza stampa della vigilia Allegri aveva già preannunciato le insidie che potevano celarsi dietro a questa sfida, soprattutto visti gli ultimi risultati del Cagliari, che dopo quattro sconfitte consecutive, voleva in tutti i modi riprendere a fare punti. Contrariamente ai pronostici pre gara, la Juventus cambia l’assetto tattico iniziale, scendendo in campo con il 3-5-2. Con questa disposizione trova spazio Arthur e sulla sinistra si rivede tra i titolari Pellegrini, preferito ad Alex Sandro.

I bianconeri vogliono così creare maggiore densità nella zona centrale del campo, per evitare di concedere meno campo possibile alla formazione di casa, che dai primi minuti entra in campo con un atteggiamento che finisce per sorprendere la Vecchia Signora. Il vantaggio sardo di Joao Pedro certifica il brutto approccio alla gara degli ospiti che, dopo aver perso un pallone nella metà campo avversaria, impiegano troppo tempo a riposizionarsi correttamente. Questo consente ai rossoblù di mettere il loro numero 10 nelle condizioni migliori per controllare dentro l’area e battere l’incolpevole Szczesny. Una doccia gelata per la Juve, che viene punita al primo tiro in porta, e che teme un’altra serata dal retrogusto amaro.

Cagliari Juventus
Matthijs de Ligt

Dybala appannato e Vlahovic non servito: la Juve fa fatica a rendersi pericolosa. Un lampo di de Ligt rimette in parità il match

Per i primi trenta minuti la Juventus cerca di rimettersi in carreggiata con fare disordinato. La coppia offensiva formata da Dybala e Vlahovic fa fatica ad accendersi. Se la Joya condisce un primo tempo opaco con il pallone perso da cui scaturisce il vantaggio dei padroni di casa, l’attaccante serbo vive 45 minuti da incubo. Ingabbiato dalla marcatura strettissima di Lovato, l’ex Fiorentina non riesce mai a rendersi pericoloso anche in virtù del fatto che il resto della squadra fa ancora fatica a premiare i movimenti del serbo ad attaccare la profondità. Sugli esterni sia Pellegrini che soprattutto Cuadrado non riescono ad essere mai incisivi. L’esterno colombiano non nasconde il suo disappunto per i poche palloni toccati, lanciando qualche occhiata alla panchina quasi come a voler chiedere aiuto. Ma proprio quando il primo tempo sembra chiudersi senza più nessuna emozione, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, è proprio Cuadrado a pennellare sulla testa di de Ligt un assist delizioso che il centrale olandese trasforma in gol. Una rete che suggella l’ennesima prestazione superlativa di un giocatore che anno dopo anno sta crescendo sia a livello di rendimento che soprattutto a livello di leadership.

Nella ripresa la Juve cambia pelle, e con un Arthur in grande spolvero completa la rimonta

Il gol che manda le squadre negli spogliatoi è una grande iniezione di fiducia per la formazione bianconera, che rientra sul rettangolo verde con uno spirito completamente diverso. Se nella prima frazione gli attacchi degli ospiti sono stati rari e poco ragionati, nei secondi 45 minuti i bianconeri ritrovano quella lucidità che le consente di attaccare a testa bassa la retroguardia sarda. Una lucidità che nella serata di ieri ha contraddistinto la prestazione di Arthur. Il brasiliano è stato per distacco il migliore della mediana bianconera; anche nel primo tempo l’ex Barcellona è stato l’unico che nella confusione generale non ha mai perso la calma, e anche nella ripresa si è confermato uno dei protagonisti della rimonta bianconera. Una vittoria che è passata soprattutto dai piedi di Dybala, che dopo una prima frazione deludente, riesce a trovare il giusto spazio tra le linee per poter essere incisivo e decisivo. Dopo una conclusione alta, il dieci bianconero è autore dell’assist che manda in porta Vlahovic, che da pochi passi non sbaglia. Anche per il serbo la rete vale come il giusto premio a una gara nella quale ha lottato e sofferto la marcatura stretta dei centrali rossoblù, ma che ha deciso con un gol che esalta la sua fame di vincere.

Cagliari Juventus

Sei partite in cui può succedere di tutto

I bianconeri portano a casa 3 punti vitali che tengono la Roma a meno cinque. In virtù dei risultati della giornata, c’è grande rammarico per la sconfitta di domenica scorsa, che avrebbe potuto dare ai bianconeri ben altre ambizioni. Ma la Vecchia Signora non ha tempo per poter pensare a ciò che sarebbe potuto essere, ciò che ora è importante è dare continuità di risultati per assicurarsi la propria posizione di classifica. Nonostante questo sia un campionato nel quale nessuna delle prime tre sembra voglia dare il guizzo decisivo per la vittoria finale, la Juventus non è al momento nelle condizioni per aver ambizioni maggiori del quarto posto. Nel caso in cui le prime tre dovessero perdere ulteriore terreno, ciò che ora sembra essere un sogno, i bianconeri avrebbero l’obbligo di concedersi una possibilità di sognare: a sei partite dalla fine e con 18 punti a disposizione, tutto è ancora possibile.

Christian Licciardi
Christian Licciardi
Classe 1992, aspirante giornalista laureato in Scienze della Comunicazione. Fin da piccolo coltivo il sogno di diventare redattore sportivo. Ho collaborato con due testate giornalistiche che mi hanno permesso di trattare di Juventus e di realizzare interviste a celebri personaggi del mondo del calcio. Vorrei che la mia più grande passione si trasformasse nel mio lavoro.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles