16.1 C
Torino
martedì 4 Ottobre 2022

Juventus-Di Maria: il punto di un affare in stallo

Di Maria si o Di Maria no? Questa è una delle domande che il popolo bianconero si sta facendo con maggiore insistenza. Già, perché se apparentemente il matrimonio tra il fideo e la Vecchia Signora sembrava potesse raggiungere il lieto fine in tempi piuttosto brevi, nelle ultime settimane si sono registrati dei notevoli rallentamenti.

Essendo dal 30 Giugno un free-agent, la dirigenza della Vecchia Signora avrebbe come unico step quello di trovare l’accordo economico con l’entourage del fuoriclasse argentino. Ed è proprio questo il motivo che sta portando la trattativa a tempi che sono diventati pericolosamente lunghi. Il punto determinante per l’esito del negoziato è la durata del contratto.

Di Maria non ha mai nascosto di volersi concedere ancora un anno nel calcio europeo per poi chiudere la sua incredibile carriera nella sua terra, più specificamente nel Rosario Central. D’altro canto la società sabauda vuole proporre al giocatore un biennale di circa 7 milioni di euro a stagione, in modo tale da potersi garantire i benefici fiscali del decreto crescita.

Dal punto di vista squisitamente tecnico, un accordo biennale permetterebbe alla squadra di godere delle prestazioni del giocatore con una maggiore continuità, considerando che la prossima stagione il campionato verrà interrotto a Novembre per il Mondiale in Qatar.

Al secco no del giocatore, la Juventus avrebbe allora proposto all’esterno argentino un contratto annuale con un ingaggio però ridotto (5 milioni di euro). A margine della Finalissima tra Italia e Argentina disputata a Wembley, le parti si sono incontrate per aggiornarsi, ma l’esito dell’incontro non ha portato a un passo in avanti decisivo.

Di Maria alla sua ultima partita con il Psg (Twitter Psg)

Di Maria prende tempo, il Barcellona sullo sfondo

Il giocatore sembra che non abbia molta fretta di decidere, e questo ha fatto ipotizzare a molti che dietro questo apparente tentennamento ci fosse in realtà un’altra pretendente volenterosa di acquisire l’ex Psg. Non è un mistero che proprio in questi ultimi giorni il Barcellona abbia bussato alla porta del fideo, con Xavi che si è esposto in prima persona per convincere il calciatore a tingersi di blaugrana.

Tuttavia, nonostante gli indizi potessero portare alla risoluzione del dilemma, le notizie provenienti dalla Spagna hanno messo di nuovo tutto in discussione. Visti gli ormai noti problemi finanziari del club catalano, il contratto proposto al giocatore sarebbe molto al di sotto sia delle richieste dei suoi agenti e sia di quanto proposto dalla Juventus.

La Juventus non può aspettare

Sul versante bianconero c’è la sensazione di aver fatto tutto il possibile per poter convincere Di Maria a sposare il progetto bianconero. Il giocatore sarebbe tra l’altro un ottimo compromesso per compensare il deficit tecnico e di leadership lasciato da una parte da Chiellini e dall’altra da Dybala, e comporrebbe con Vlahovic e Chiesa (recupero ancora da definire) un tridente da sogno.

Al momento però queste sono solo fantasie che riempiono la testa dei tifosi della Juventus impazienti di conoscere l’esito di questa trattativa, una trattativa che i dirigenti bianconeri non possono permettersi di trascinarsi ancora per molto. Nonostante la caratura del giocatore sia di assoluto livello, la quantità di lavoro che dovrà essere fatto in questa sessione di mercato impone alla Vecchia Signora di raggiungere determinati obiettivi con una certa tempestività, specie se si tratta di giocatori svincolati.

Da qui la volontà da parte dei bianconeri di aver imposto una sorta di ultimatum all’argentino. La prossima settimana potrebbe potremmo arrivare davvero all’epilogo di questa vicenda, con la Juventus speranzosa di portare a Torino, dopo la Joya, un altro mancino argentino dal piede raffinatissimo.

Christian Licciardi
Christian Licciardi
Classe 1992, aspirante giornalista laureato in Scienze della Comunicazione. Fin da piccolo coltivo il sogno di diventare redattore sportivo. Ho collaborato con due testate giornalistiche che mi hanno permesso di trattare di Juventus e di realizzare interviste a celebri personaggi del mondo del calcio. Vorrei che la mia più grande passione si trasformasse nel mio lavoro.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles