0 C
Torino
venerdì 9 Dicembre 2022

Il miglior giovane arbitro di calcio italiano? Un piemontese: Luca Pairetto

È stato consegnato a Luca Pairetto il Premio nazionale Luca Colosimo, il riconoscimento come miglior giovane arbitro di calcio italiano

È la prima volta che un arbitro piemontese riceve il titolo di miglior giovane arbitro di serie A. Luca Pairetto, classe 1984, è riuscito ad ottenere questo importante riconoscimento.

Il Premio nazionale Luca Colosimo, bandito dalla sezione di Torino dell’Associazione Italiana Arbitri, è stato consegnato durante la serata di lunedì 22 novembre al talentuoso arbitro presso l’Hotel Atlantic di Borgaro Torinese dove si è svolta la cerimonia.

A consegnare il prestigioso riconoscimento, giunto alla sesta edizione è stata la presidente del Consiglio Comunale di Torino, Maria Grazia Grippo, insieme al presidente nazionale Aia Alfredo Trentalange, al sindaco di Torino Stefano Lo Russo e all’assessore comunale allo Sport Mimmo Carretta.

“È stato un onore ospitare Maria Grazia Grippo, la prima donna a essere stata eletta presidente della Sala Rossa, che si è complimentata per l’iniziativa e ha voluto conoscere le 24 ragazze che arbitrano a Torino ha dichiarato il presidente dell’Aia Torino, Andrea Mazzaferro.

L'intervento della presidente Grippo alla serata di premiazione di Luca Pairetto

Luca e la passione per il calcio in casa Pairetto

Luca Pairetto è l’arbitro di calcio che ha ottenuto l’ultimo Premio nazionale Luca Colosimo dedicato ai migliori giovani arbitri di serie A. Il suo cognome però, per gli appassionati di calcio, non può che far ritornare alla mente un altro grande arbitro della Serie A ma anche dei tornei calcistici internazionali, Pierluigi Pairetto.

La passione per il calcio è infatti una questione di famiglia in casa Pairetto che il padre, Pierluigi, ha saputo trasmettere ai propri figli. Luca è diventato arbitro di calcio, Alberto è un dirigente della Juventus Football Club e Simone è lui stesso un calciatore dell’Associazione Chisola Calcio di Vinova. Chissà se il quarto figlio, Antonio, sia anch’esso appassionato di questo sport o abbia preferito propendere per un’altra disciplina.

Pierluigi Pairetto nella sua carriera è stato coinvolto anche in uno Scandalo che fece molto clamore nel 2006 che molti ricorderanno come “Calciopoli”. Oggi ricopre l’incarico di osservatore degli arbitri presso il Comitato Regionale del Piemonte e della Valle d’Aosta.

Il figlio, Luca Pairetto ha scelto di intraprendere l’attività arbitrale sin da giovanissimo, a soli 16 anni. La sua scalata lo fa giungere presto alla categoria D per poi approdare in serie B. Risale al 2013 l’esordio in A ed a oggi vanta 83 presenze.

È recente la notizia che l’AIA l’ha nominato arbitro internazionale ma potrà fischiare il calcio d’inizio nelle competizioni internazionali solamente a partire da gennaio 2022.

Rossella Carluccio
Rossella Carluccio
Classe 1983. Ha iniziato con il giornalismo locale nel 2005 lavorando prima per “Il Risveglio” e poi per “Il Canavese”. Dal 2009 è giornalista pubblicista. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione inizia un’avventura lavorativa nel mondo del digital marketing ma senza dimenticare la sua prima passione, la scrittura. Unisce questi due universi e diventa copywriter. Dal 2021 ritorna a vestire i panni della giornalista.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles