26.1 C
Torino
sabato 28 Maggio 2022

Coppa Italia: la Sampdoria batte il Torino e si prepara alla sfida contro la Juventus

Niente derby agli ottavi di finale di Coppa Italia perché i granata hanno dovuto arrendersi in casa dei blucerchiati per 2-1

Si conclude 2-1 la sfida tra Sampdoria-Torino, valida per l’accesso agli ottavi di finale di Coppa Italia. Nel turno precedente il Toro ha eliminato, con fatica, la Cremonese ai calci di rigore, mentre i blucerchiati hanno sconfitto, sempre a fatica, l’Alessandria di Moreno Longo.

Questa sera i granata di Ivan Juric, nonostante il notevole possesso palla, non sono riusciti a battere la squadra di casa che incontrerà a gennaio all’Allianz Stadium la Juventus.

Primo tempo

Primo pallone giocato dal Torino, ma la Sampdoria si mostra subito agguerrita. Pressing alto da parte di entrambe le squadre che continuano a studiarsi in questa prima fase di gioco. Al 10’ i granata hanno un’importante occasione con Aina che riceve palla e si attiva calciando in porta, nulla di fatto e un minuto dopo la Samp risponde con un pallonetto di Quagliarella, ci arriva Berisha che blocca in due tempi.

Si alzano i ritmi e al 15’ Mandragora commette fallo ai danni di Depaoli e l’arbitro assegna il calcio di rigore ai padroni di casa che concretizzano al 16’ con Quagliarella. L’ex attaccante del Torino, dopo aver realizzato il penalty, continua a mostrarsi pericoloso, ma al 20’ i granata ci provano con Zaza che spreca un’occasione preziosa.

Una partita molto fisica quella di questa sera che minuto dopo minuto cresce d’intensità e porta il Toro a creare diverse occasioni che però non vengono sfruttate appieno. Al 33’ Mandragora ci riprova, ma il pallone viene spedito in corner e nei minuti successivi continuano i tentativi da parte della squadra ospite di riportare la partita in parità.

Il match inizia ad innervosire Juric che viene ammonito per proteste, ma nonostante la tensione i granata continuano a farsi insidiosi, senza mai riuscire a concretizzare. Dopo 1’ di recupero, che si chiude con una punizione battuta da Mandragora, le due squadre si ritirano negli spogliatoi sull’1-0.

Sampdoria-Torino: 2-1, Coppa Italia

Secondo tempo

Prima dell’inizio della seconda frazione di gioco, la Sampdoria sostituisce Thorsby per Silva e nei primi minuti della ripresa la squadra di casa si mostra subito offensiva, creando un paio di occasioni. Al 51’ viene ammonito Chabot per un fallo ai danni di Baselli e un minuto dopo, sempre il difensore doriano, abbatte in area di rigore Linetty, ma l’arbitro dapprima non fischia nulla, venendo di fatto accerchiato da diversi giocatori granata, poi, dopo aver visionato il Var, assegna il penalty al Torino che viene realizzato da Mandragora al 54’.

Pochi minuti più tardi viene ammonito Buongiorno e al 60’ la Sampdoria passa nuovamente in vantaggio con Verre.
A questo punto della partita Juric decide di sostituire Linetty per Warming e il Torino prova a crederci creando due azioni poco pericolose. Al 64’ viene ammonito Ciervo e pochi minuti più tardi anche Murru riceve il cartellino giallo per un intervento su Izzo.

Segue una doppia sostituzione per la Sampdoria: escono Ciervo e Chabot ed entrano Candreva e Colley; nel mentre anche Juric effettua il doppio cambio: fuori Brekalo e Buongiorno, dentro Pjaca e Rodriguez.
Al 71’ fuori Quagliarella per Caputo e un minuto dopo il Toro si fa insidioso con Warming, ma la Sampodoria reagisce immediatamente con Candreva che riesce a rendersi pericoloso a sinistra, calciando il pallone in mezzo, ma Berisha anticipa tutti.

I granata non si danno per vinti, continuando a crederci, ma la Samp risulta sempre molto offensiva. Seguono una serie di sostituzioni da ambo le parti: escono Mandragora e Aina ed entrano Kone e Praet, tra le fila granata; mentre D’Aversa fa entrare Gabbiadini al posto di Verre.

Le due squadre iniziano ad allungarsi e il Torino non riesce più a creare delle azioni significative, dal momento che la partita diventa sempre più fisica e nervosa, tant’è vero che all’88’ viene ammonito Askildsen. Allo scadere dei 90’ il Torino non riesce a sfondare in verticale con Baselli e nei 4’ minuti di recupero concessi da Piccinini viene ammonito Silva per aver perso tempo nel calciare una punizione. Finisce 2-1.

Tabellino

Sampdoria – Torino: 2-1

Sampdoria (4-4-2): Falcone, Dragusin, Ferrari, Chabot, Murru; Depaoli, Askildsen, Thorsby, Ciervo; Verre, Quagliarella. All. D’Aversa.
A disposizione: Audero, Ravaglia, Augello, Perruchet, Caputo, Colley, Yoshida, Gabbiadini, Bereszynski, Yepes, Trimboli, Candreva, Silva.

Torino (3-4-1-2): Berisha; Izzo, Rincon, Buongiorno; Aina, Baselli, Mandragora, Ansaldi; Linetty, Brekalo; Zaza. All. Juic.
A disposizione: Milinkovic-Savic, Gemello, Zima, Rodriguez, Vojvoda, Singo, Lukic, Kone, Praet, Warming, Sanabria, Pjaca.

Arbitro: Marco Piccinini

Possesso palla primo tempo: 40% Sampdoria, 60% Torino
Possesso palla secondo tempo: 35% Sampdoria, 65% Torino
Tiri in porta: 3-4
Tiri totali: 8-14
Angoli: 1-7
Ammonizioni: 5-1 (Chabot, Ciervo, Murru, Askildsen, Silva; Buongiorno)

Simona Rovero
Simona Rovero
Classe 1995, aspirante giornalista. Laureata in Scienze della Comunicazione e in Comunicazione e culture dei media, nutro da sempre una grande passione per lo sport, il cinema, il buon cibo e la scrittura.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles