14 C
Torino
domenica 25 Settembre 2022

Settimana mondiale allattamento: l’impegno dell’ASL Torino e delle consulenti peer

A sostenere l'iniziativa il Dipartimento Materno Infantile dell’ASL Città di Torino ma anche le peer counsellor presenti sul territorio

Dal 1 al 7 ottobre si celebra la Settimana Mondiale dell’allattamento. 7 giorni per dare risalto a questo importante e delicato momento che caratterizza le neo mamme ed i loro bambini.

A partecipare a questa iniziativa è anche l’ASL Città di Torino ed il personale sanitario che quotidianamente opera e lavora in sinergia, nei vari consultori dislocati sul territorio torinese, con le neo madri per sostenere l’allattamento materno.

In collaborazione con il MAMI il Movimento Allattamento Materno Italiano è stato creato un poster ad hoc. Il manifesto è stato poi allestito in tutte le sedi dei Consultori familiari e Pediatrici e nei Punti Nascita dell’Asl Città di Torino proprio per sensibilizzare la cittadinanza sui benefici dell’allattamento e per dare utili consigli per favorire questo momento così intimo e ricco di benefici.

Un’altra iniziativa promossa nella Settimana mondiale dell’Allattamento al seno è stata quella di distribuire alle mamme una poesia dedicata: un modo originale, per gli operatori che lavorano in questo ambito, di supportare maggiormente questa pratica.

Il ministero della Salute e la comunità scientifica da sempre sostengono l’allattamento materno in quanto favorisce il corretto sviluppo del sistema immunitario del bambino e anche il legame affettivo con la madre. Ma nonostante l’allattamento sia qualcosa di fisiologico non sempre trova il suo naturale percorso.

A servizio delle mamme: l’intervista a Lara Toini, peer counsellor per l’allattamento

Per aiutare le neomamme in questo percorso ci sono figure e spazi specifici: ostetriche, consultori ma anche mamme capaci di dare un contributo prezioso e che scelgono di diventare “consulenti peer” per l’allattamento.

A tal proposito abbiamo intervistato Lara Toini, 41 anni, mamma di 4 figli, consulente babywearing e peer counsellor per l’allattamento che da anni aiuta e sostiene le neomamme in questo delicato momento da genitore.

Ciao Lara, ci racconti che cos’è un peer counsellor?

Le consulenti peer allattamento sono mamme che volontariamente aiutano ad allattare altre mamme. Questo servizio può essere visto come una sorta di “mamma alla pari”. Essere una peer counsellor significa dare consigli da mamma a mamma, ascoltare e sostenere le donne che sono diventate madri da poco e mettersi a loro disposizione.

Che differenza c’è tra un peer counsellor e le altre figure che sostengono l’allattamento al seno?

A differenza dei medici, dei ginecologi e delle ostetriche la peer counsellor non prescrive medicine. Per diventarlo bisogna avere alle spalle un’esperienza di allattamento duratura. Per esempio è necessario aver allattato un figlio per almeno un anno e aver frequentato un corso che permette di ricevere un preciso attestato.

Una peer counsellor aiuta le mamme in difficoltà soprattutto con l’ascolto ed il confronto, molte di esse infatti si sentono un po’ in soggezione e difficilmente si aprono sinceramente e senza veli con un professionista. Diciamo che siamo il primo step. Quando invece sussiste un problema patologico o in caso di esigenze particolari la consulenza deve essere richiesta ai consulenti IBCLC, operatori sanitari specializzati nell’aiuto all’allattamento o alle ostetriche.

Lara Toini peer counsellor per l'allattamento
Lara Toini peer counsellor per l’allattamento

Come sei diventata consulente per l’allattamento?

Ho 4 figli e tutti sono stati allattati al seno e ho deciso così di diventare consulente allattamento nel 2016. Molte mamme mi conosco e hanno richiesto la mia consulenza ma solitamente organizzo anche dei cerchi di mamme, momenti aperti dove ci si può incontrare per parlare di queste tematiche.

Hai scelto un percorso lavorativo con al centro i bambini e le loro mamme. Ci racconti la tua esperienza?

Nel 2015 sono diventata mamma della mia terza figlia e nel frattempo sono stata licenziata. Mi sono reinventata un mestiere. Proprio in quel periodo infatti ho scoperto che potevo portare mia figlia in braccio senza l’ausilio delle mani utilizzando la fascia. Mi sono appassionata di questi supporti ergonomici e ho deciso di diventare consulente babywearing, mettendo al servizio di altre mamme le mie conoscenze.

Poi, in un secondo momento, ho deciso anche di aprire un e-commerce proprio perché questi sostegni, fasce o marsupi, molto spesso non si trovano facilmente in commercio. Inoltre chi decide di utilizzarli ha spesso necessità di valutare insieme ad un consulente esperto il sostegno più adeguato per le proprie esigenze.

Lara Toini è anche consulente babywearing
Lara Toini è anche consulente babywearing

Oltre ad essere una consulente babywearing offri supporto anche per l’utilizzo di pannolini lavabili?

Sì, dal 2018 da quando è nato il mio ultimo figlio ho iniziato l’attività di consulenza anche per i pannolini lavabili. Ho utilizzato fin dalla nascita questa tipologia di pannolini sia per ovviare alle dermatiti sia per una scelta ecologica per sostenere maggiormente l’ambiente. Quello che offro io non è una vera consulenza, ma mi piace aiutare le altre mamme a destreggiarsi nell’universo dei pannolini lavabili.

Lara tu ha uno spazio fisico dove accogli le mamme?

Sì, si chiama “Magia delle mamme” e si trova in Corso Montello a Collegno in provincia di Torino. Qui non solo ospito le mamme ed i loro bambini per le varie consulenze che offro ma l’ho trasformato anche in una fascioteca in cui è possibile acquistare marsupi e fasce su misura per praticare il babywearing. Inoltre è uno spazio dove trovare anche pannolini lavabili e ogni sorta di articolo specifico dedicato alle mamme e ai loro piccoli.

Lo spazio Magia delle Mamme di Lara Toini
Lo spazio Magia delle Mamme di Lara Toini
Rossella Carluccio
Rossella Carluccio
Classe 1983. Ha iniziato con il giornalismo locale nel 2005 lavorando prima per “Il Risveglio” e poi per “Il Canavese”. Dal 2009 è giornalista pubblicista. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione inizia un’avventura lavorativa nel mondo del digital marketing ma senza dimenticare la sua prima passione, la scrittura. Unisce questi due universi e diventa copywriter. Dal 2021 ritorna a vestire i panni della giornalista.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles