4.5 C
Torino
mercoledì 7 Dicembre 2022

Il Mauriziano è il primo ospedale italiano con colonnine di ricarica per veicoli elettrici

L'iniziativa è stata resa possibile grazie all'azienda farmaceutica danese Novo Nordisk che ha avviato il progetto "Electric Path"

L’ospedale Mauriziano di Torino è il primo ospedale dove sono state installate nell’area di uscita dal Pronto soccorso due colonnine di ricarica per i veicoli elettrici, all’insegna di “sostenibilità ecologica = salute“. ‘Electric Path‘ è il nuovo progetto di sostenibilità ambientale di Novo Nordisk, multinazionale farmaceutica, che ha provveduto alla loro installazione e ne garantirà la manutenzione.

L’ospedale da cui avrà inizio il progetto è l’Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano Umberto I di Torino, ospedale di rilievo a livello nazionale, che negli anni ha dimostrato una particolare attenzione verso progetti di sostenibilità ambientale.

Il progetto di Novo Nordisk

Electric Path rientra nel progetto internazionale Circular for Zero, la strategia di Novo Nordisk per azzerare l’impatto ambientale entro il 2030, grazie alla riduzione dei consumi, al riciclo dei rifiuti, allo studio ed allo sviluppo di prodotti riutilizzabili, in un ciclo virtuoso ‘circolare’ della catena di fornitura.

L’azienda danese donerà infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici (IDR) presso le principali strutture ospedaliere italiane per stimolare una transizione più rapida verso modelli di mobilità sostenibili e contribuire così alla riduzione delle emissioni di CO2, con conseguente miglioramento del benessere delle persone.

Fuori dal Pronto Soccorso presenti due colonnine con ricarica rapida da 22Kw

Siamo estremamente felici di aver partecipato a questa iniziativa – commenta il dottor Maurizio Dall’Acqua, Direttore Generale dell’Ospedale Mauriziano di Torino – Per poter raggiungere degli obiettivi concreti in tema di riduzione sull’impatto ambientale, infatti, è fondamentale favorire un’infrastruttura diffusa e capillare che incentivi e faciliti l’uso dei veicoli elettrici. L’installazione nel nostro ospedale di impianti di ricarica va proprio in questa direzione e potranno essere utilizzati da un ampio numero di persone, sia utenti che dipendenti ed essere la prima base per un innovativo parco auto dell’ospedale stesso”.

Le infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici, con ricarica rapida da 22Kw, sono state installate nell’area di uscita del Pronto soccorso, in modo da essere fruibili da tutti. L’ospedale non avrà alcun onere, essendo l’installazione e la manutenzione a carico di Novo Nordisk ed il costo dell’energia a carico dell’utente che usufruirà della IDR, come in una normale pompa di benzina.

Electric Path è nato dall’idea che gli ambienti urbani siano un’opportunità per vincere la lotta contro il cambiamento climatico ma anche contro malattie non trasmissibili come il diabete e va a sommarsi alle numerose iniziative dell’azienda danese già in atto per migliorare la salute dei cittadini.

Mauriziano

L’impegno di Torino per contrastare i cambiamenti climatcici

Una sfida che vede fortemente impegnata l’Amministrazione comunale di Torino che con i fondi del PNRR vuole trasformare la Città e proiettarla verso un futuro sostenibile. L’assessore alla Transizione ecologica e digitale, Innovazione, Ambiente, Smart City della Città di Torino ha sottolineato come il miglioramento della qualità della vita dei cittadini e delle cittadine sia un obiettivo della sua amministrazione. Un proposito che passa attraverso azioni di contrasto al cambiamento climatico e di tutela della salute, oltre alla promozione di corretti stili di vita. Per raggiungere questi obiettivi l’assessore ha detto di avere in mente una mobilità intelligente, responsabile ed interconnessa, che riduca l’utilizzo di veicoli privati, migliori il trasporto pubblico, sostenga l’utilizzo di biciclette e mezzi in condivisione.

L’assessore ha poi ancora ricordato come Torino si sia posta un traguardo ancora più ambizioso: il raggiungimento della neutralità climatica entro il 2030. La Città si è infatti aggiudicata, nelle scorse settimane, la call europea “100 Climate-neutral Cities by 2030 – by and for Citizens”, che ha ufficialmente fatto di Torino una delle 100 città europee impegnate a diminuire le emissioni entro il 2030, diventando al tempo stesso una “Mission City”, ovvero un hub di sperimentazione ed innovazione in ambito climatico, esempio virtuoso per tutte le altre città europee che seguiranno.

L’inquinamento atmosferico è causa dello sviluppo di numerose malattie

Secondo un’ampia ricerca condotta negli Stati Uniti all’inquinamento atmosferico sono riconducibili 3 milioni di nuovi casi di diabete ogni anno. Nella città metropolitana di Torino è attivo già dal 2021 Cities Changing Diabetes, il programma globale nato per rispondere al drammatico incremento del diabete nelle città, dove anche gli inquinanti atmosferici giocano un ruolo importante.

Carlo Saccomando
Carlo Saccomando
Classe 1981, giornalista pubblicista. Poco dopo gli studi ha intrapreso la carriera teatrale partecipando a spettacoli diretti da registi di caratura internazionale come Gian Carlo Menotti, fondatore del "Festival dei Due Mondi" di Spoleto, Lucio Dalla, Renzo Sicco e Michał Znaniecki. Da sempre appassionato di sport lo racconta con passione e un pizzico di ironia. Attualmente dirige il quotidiano "Il Valore Italiano".

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles