14.8 C
Torino
mercoledì 5 Ottobre 2022

Al San Giovanni Bosco scende in campo il Robot chirurgo “Da Vinci”

Specializzato in determinate aree di chirurgia il robot chirurgo garantisce tempi di degenza ridotti e un maggior recupero nel post operatorio

Tempi di degenza ridotti e maggior precisione negli interventi. Il Robot chirurgo “Da Vinci”, l’ultimo acquisto tecnologico dell’ospedale San Giovanni Bosco, può garantire tutto questo ai propri pazienti.

Lo straordinario robot chirurgo è infatti stato costruito e programmato per eseguire interventi specializzandosi in determinate aree di chirurgia che sono quella generale, urologica, ginecologica e toracica.

Questa importante piattaforma robotica nel campo della chirurgia è già operativa da circa un mese all’ospedale Giovanni Bosco di Torino. Oggi è stata ufficialmente inaugurata alla presenza del Direttore Generale dell’ASL Città di Torino Carlo Picco, dell’assessore alla Sanità Luigi Icardi ed del Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio.

l progetto anche gli ospedali Maria Vittoria e Martini

“Vogliamo portare questa tecnologia robotica al massimo della resa e la metteremo a disposizione soprattutto dell’urologia ma anche delle altre specialità chirurgiche. Stiamo facendo una forte formazione affinché venga realizzata al meglio permettendoci di conseguire nuovi risultati nel lavoro che facciamo a favore della cittadinanza” ha commentato il direttore Carlo Picco.

Il progetto di utilizzo del sistema robotico chirurgico è stato valutato dalla HTA regionale ed è stato approvato dai vertici istituzionali della Regione Piemonte. Fin dal suo esordio è stato concepito come progetto non di singolo Ospedale ma di Azienda coinvolgerà quindi anche gli ospedali Maria Vittoria e Martini.

“Attraverso questi strumenti diamo ai nostri medici e chirurghi la possibilità di lavorare meglio e avere risultati migliori. La Regione è orientata alla sostituzione delle vecchie tecnologie e all’implementazione delle nuove fornendo, come in questo caso, anche gli strumenti più avanzati e moderni” ha aggiunto l’assessore Icardi.

Inaugurazione Robot Da Vinci
L’inaugurazione del Robot Da Vinci

Minori tempi di degenza e un migliore post operatorio: le garanzie del Robot chirurgo da Vinci

Il Robot Da Vinci darà un contributo significativo per determinate tipologie di intervento oltre a ridurre notevolmente l’invasività a livello del paziente.

Lo strumento tecnologico è infatti specializzato nell’eseguire interventi di chirurgia generale, di urologia, di ginecologia e di chirurgia toracica.
Tra i vantaggi riscontrati per i pazienti vi è una riduzione dei tempi di ospedalizzazione e del recupero del post operatorio. Ma vi sono anche notevoli vantaggi per i chirurghi che affiancandosi alla piattaforma Da Vinci potranno registrare una minore fatica operatoria e una miglior visione chirurgica.

“Il risultato che si riesce ad ottenere è quello di ridurre i tempi di degenza facendo anche in modo che il paziente abbia un minor dolore post operatorio oltre che dei tempi di ripresa notevolmente migliori rispetto soprattutto alla chirurgia laparoscopica” commenta il dottor Diego Moniaci, direttore di Dipartimento Chirurgico.

L’utilizzo del robot necessita di uno specifico training che i chirurghi dell’ospedale San Giovanni Bosco sono riusciti a seguire in brevissimo tempo perché già formati in determinate tecniche specifiche di chirurgia.

Robot Da Vinci
Rossella Carluccio
Rossella Carluccio
Classe 1983. Ha iniziato con il giornalismo locale nel 2005 lavorando prima per “Il Risveglio” e poi per “Il Canavese”. Dal 2009 è giornalista pubblicista. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione inizia un’avventura lavorativa nel mondo del digital marketing ma senza dimenticare la sua prima passione, la scrittura. Unisce questi due universi e diventa copywriter. Dal 2021 ritorna a vestire i panni della giornalista.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles