16.1 C
Torino
martedì 4 Ottobre 2022

Peste suina, Preioni (Lega): “I cacciatori siano i protagonisti nel debellare la piaga dei cinghiali

Il capogruppo della Lega in Consiglio regionale chiede più autonomia per adottare le soluzioni di buonsenso già suggerite dai contadini e dai allevatori piemontesi

Il capogruppo della Lega Salvini Piemonte, Alberto Preioni, ha partecipato al dibattito nel corso del Consiglio regionale aperto dedicato al tema della peste suina. “La Lega è da sempre dalla parte del mondo agricolo e di quello venatorio – ha esordito Preioni -, quindi ben venga un consiglio aperto su un tema tanto importante. La questione è chiara a tutti: queste migliaia di cinghiali vanno eradicate. E per farlo non possiamo certo usare le forze dell’ordine o l’esercito. I protagonisti devono essere i cacciatori“.

Secondo il capogruppo del Carroccio la soluzione per risolvere il problema deve essere “realistica e pragmatica, adottando il secolare buonsenso dei nostri contadini e dei nostri allevatori”. Motivo per il quale la Lega chiede più autonomia regionale per dimostrare maggiore vicinanza ai territori e adottare soluzioni che possano essere maggiormente praticabili.

Non può essere Roma a dettare utopiche e teoriche soluzioni per il Piemonte – ha aggiunto Preioni -: serve più autonomia regionale per le attività commissariali. Come non basta tracciare una riga sulla carta geografica per realizzare 300 chilometri di rete tra vallate e montagne per contenere animali di scarso valore faunistico, ibridati con capi dell’Est e che possono pesare fino a 200 chili. Va bene la scienza, vanno bene le direttive dell’Europa, ma dobbiamo piuttosto procedere con gli abbattimenti, anche per difendere un comparto economico che genera milioni di utili, garantisce benessere e posti di lavoro e produce eccellenze gastronomiche riconosciute nel mondo”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles