26.5 C
Torino
domenica 3 Luglio 2022

L’81% degli allontanamenti si potrebbe evitare: in Regione si discute il Ddl Allontanamento Zero

La proposta del consigliere al Welfare Caucino è quella di destinare almeno il 50% del Fondo indistinto alle Politiche sociali

“Secondo i dati più recenti, aggiornati al 31 dicembre scorso, l’80,9% degli allontanamenti di minori potrebbe essere evitato con adeguati interventi sul nucleo famigliare”. Lo ha dichiarato l’assessore al Welfare Chiara Caucino nell’ultima Commissione Sanità, presieduta da Alessandro Stecco.

L’assessora è intervenuta al termine della discussione generale sul Disegno di legge regionale “Allontanamento zero” offrendo una panoramica sui dati che riguardano gli allontanamenti dei minori in Piemonte.

Durante la riunione è stato esposto come il 29,7 % degli allontanamenti sia dovuto a trascuratezza e incuria, il 24,3% invece a sistemi educativi non pienamente corrispondenti alle necessità dei bambini, il 19,2% a problemi di salute di uno o di entrambi i genitori e il 7,7% dovuto a gravi problemi psicologici, psichici o comportamentali del minore.

Rimane quindi solo un 18,2% dei casi in cui l’allontanamento è assolutamente giustificabile perché dovuto per il 12,4% a maltrattamenti, per il 3% a sospetto abuso e per il 2,8 a problemi giudiziari di uno o di entrambi i genitori.

“In Piemonte si contano quindi 1.991 minori che vivono fuori dalla famiglia, la maggior parte dei quali potrebbero contare su parenti più o meno vicini che potrebbero occuparsene. Aggiungendo i 343 minori stranieri non accompagnati, si arriva al totale di 2.234 minori fuori dal proprio nucleo familiare ha proseguito Caucino.

La proposta dell’assessore al Welfare è stata quella di destinare almeno il 50% del Fondo indistinto alle Politiche sociali. Altri finanziamenti che potrebbero giungere sono i 5,2 milioni di euro del Pnrr per sovvenzionare 25 progetti a tutela dei minori e 50 mila euro del Fondo nazionale per le Politiche sociali da destinare per ogni progetto del Programma di intervento per la prevenzione dell’istituzionalizzazione.

Inoltre Caucino ha sottolineato la programmazione di nuove risorse nell’ambito per un importo non inferiore ai 40 milioni di euro utilizzando i fondi Por-Fse.

Allontanamento Zero: il decreto piace anche alla minoranza ma sono necessarie alcune modifiche

Durante il dibattito in aula scaturito dopo aver audito la consigliera Caucino sono giunte non poche perplessità dai consiglieri di minoranza.

Raffaele Gallo del Pd ha ribadito le perplessità espresse dal proprio gruppo circa il decreto legge e il suo impianto generale aprendosi alla maggioranza ad un confronto per effettuare alcune modifiche agli emendamenti.

Anche Francesca Frediani di M4o ha auspicato, seppur apprezzando l’impegno della Giunta, un provvedimento il più possibile equilibrato.

“Sarebbero auspicabili maggiore considerazione e più aiuti per le famiglie affidatarie. Le audizioni svolte nelle scorse settimane hanno evidenziato che il sistema esistente non è da sminuire ma da potenziare” ha commentato infine Silvio Magliano dei Moderati.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles