15.2 C
Torino
giovedì 18 Agosto 2022

Elezioni a Torino, Appendino: questo voto non é un giudizio sulla nostra amministrazione

Il sindaco uscente Chiara Appendino commentando quelli che in molti hanno definito un risultato elettorale deludente rivolgendosi a Valentina Sganga, candidata Sindaca del Movimento 5 Stelle, é parsa piuttosto serena.

Per la sindaca di Torino il risultato ottenuto che vede fuori dai giochi Sganga non rappresenta affatto un giudizio sul suo operato. E su questo ci tiene a dire la sua, inoltre dice convintamente il Movimento 5 Stelle non appoggerà nessuno dei due candidati al prossimo ballottaggio, dovranno convincere loro gli elettori. Le sue parole:

Elezioni Torino, Appendino: non appoggeremo il ballottaggio di Damilano- Lo Russo

Chiara Appendino pare determinata nel voler sottolineare come non ritenga affatto correlato il risultato di Sganga con l’operato messo in campo in questi anni, non crede gli elettori abbiano voluto mandare un segnale negativo sull’amministrazione del Movimento 5 Stelle “Non ritengo questo voto un giudizio sulla nostra amministrazione”.

Considerando anche che l’affluenza a Torino é stata la più bassa di sempre, e che nelle periferie ha trionfato l’astensionismo é probabile che vi sia una sorta di disaffezione generale nei confronti della politica e non solo del M5S. Dalla sua Chiara Appendino spiega quanto fatto e per cosa si rammarica.

Appendino: l’astensionismo va oltre il gradimento di un’amministrazione

Così Appendino “È evidente che anche la mia forza politica non è stata in grado di portare chi sta ai margini al voto. Questo tema va oltre il gradimento di un’amministrazione. Risanare i conti non porta consenso, come risanare GTT. Sono orgogliosa di aver liberato il MOI e portato a Torino le ATP

Poi parlando dei risultati e del prossimo ballottaggio dice: “A me è evidente che saranno gli elettori che hanno votato Movimento 5 Stelle a essere determinanti in fase di ballottaggio. Concludo che rimango dell’opinione dei mesi scorsi: noi ci collochiamo all’opposizione, sarà una responsabilità dei candidati sindaci di essere capaci a mobilitare chi non è andato al voto e di porre al centro quei temi di cui non si è sentita risposta dall’elettorato”

Dunque Il Movimento 5 Stelle non appoggerà al ballottaggio nessuno dei due candidati a sindaco. Non resta che attendere per comprendere chi avrà la meglio sugli elettori del M5S tra Stefano Lo Russo e Paolo Damilano, Appendino ha già detto chiaramente che andrà a votare il 17-18 ma che non farà emergere alcuna preferenza di voto, lasciando ai due candidati la ‘prova del 9’, dovranno convincere loro gli elettori, a questo punto ex M5S, affinché optino per uno piuttosto che per l’altro.

A vostro avviso chi avrà la meglio? Vi siete fatti un’idea?

Erica Venditti
Erica Venditti
Erica Venditti, Classe 1981, giornalista pubblicista dal 2015. Ho conseguito in aprile 2012 il titolo di Dottore di Ricerca in Ricerca Sociale Comparata presso l’Università degli studi di Torino. Sono confondatrice del sito internet www.pensionipertutti.it sul quale mi occupo quotidianamente di previdenza.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles