1.5 C
Torino
sabato 3 Dicembre 2022

Netflix sbarca a Torino con la serie “Lidia”

Al via le riprese nel centro di Torino della nuova serie "Lidia" con Matilda De Angelis, ambientata nella seconda metà dell'Ottocento

In questi giorni le vie del centro di Torino si stanno popolando di cavalli, carrozze e abiti ottocenteschi, perché sono iniziate le riprese di una nuova serie targata Netflix, che si intitolerà Lidia. Matilda De Angelis vestirà i panni della prima donna italiana, Lidia Poët, che è riuscita ad entrare nell’Ordine degli Avvocati in Italia.

Fino a metà dicembre il capoluogo piemontese ospiterà il set, che in questi mesi farà tappa anche ad Asti. Creata da Guido Luculiano e Davide Orsini, e diretta da Matteo Rovere e Letizia Lamartire, la serie rivelerà in chiave light crime una storia sconosciuta al grande pubblico, ma di notevole importanza e rilievo per il percorso di emancipazione femminile.

Chi era Lidia Poët

Nata nel 1855 a Perrero, in provincia di Torino, Lidia Poët è stata la prima donna ad entrare nell’Ordine degli Avvocati in Italia. Dopo aver conseguito il diploma da maestra e successivamente la laurea in giurisprudenza con una tesi sulla condizione femminile nella società e sul diritto di voto per le donne, Lidia iniziò il suo praticantato nello studio dell’avvocato e senatore Cesare Bertea.

Superati gli esami per diventare procuratore legale, fece domanda per entrare nell’Ordine e nonostante l’approvazione da parte della maggioranza, la sua richiesta destò diverse polemiche. Tant’è vero che il procuratore generale sporse una denuncia alla Corte d’appello di Torino che venne accolta, malgrado i ricorsi della donna e il sostegno da parte di altre avvocatesse nel mondo come Clara Shortridge Foltz.

Da quel giorno Lidia Poët non poté più esercitare la professione, ma collaborò al fianco di suo fratello nella difesa dei diritti dei minori, degli emarginati e delle donne, sostenendo anche la causa del suffragio femminile. Solo nel 1920, all’età di 65 anni, riuscì nuovamente ad entrare nell’Ordine degli Avvocati.

Matilda De Angelis sul set
Matilda De Angelis sul set

La serie su Netflix

Firmata da Elisa Dondi, Daniela Gambaro, Paolo Piccirillo, insieme ai co-creatori Guido Iuculano e Davide Orsini, la vicenda che si articola tra le vie di Torino, racconterà proprio la battaglia di Lidia Poët a partire dal 1884, anno in cui la sentenza della Corte di Cassazione respinse il ricorso della donna per essere riammessa nell’Ordine.

Grazie al fratello Enrico, Lidia inizierà ad occuparsi degli indagati, ricercando la verità dietro le apparenze e i pregiudizi, mediante l’aiuto di Jacopo, un misterioso giornalista, nonché suo cognato, il quale le passerà le varie informazioni guidandola nei mondi nascosti della città.

La serie pertanto rileggerà la storia della donna aggiungendo qualche elemento di crime e un po’ di sana commedia, in modo da far divertire il pubblico, facendo allo stesso tempo riflettere su quanto si sia fatto per la condizione delle donne e quanto resti ancora da fare.

Simona Rovero
Simona Rovero
Classe 1995, aspirante giornalista. Laureata in Scienze della Comunicazione e in Comunicazione e culture dei media, nutro da sempre una grande passione per lo sport, il cinema, il buon cibo e la scrittura.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles