15.2 C
Torino
giovedì 18 Agosto 2022

Promuovere la gastronomia locale, accordo tra Regione Piemonte e cuochi

La Regione Piemonte ha firmato un protocollo d'intesa con l'Unione Regionale Cuochi Piemontesi. Lo scopo di questo accordo è promuovere e valorizzare il settore agroalimentare attraverso azioni mirate

Mercoledì 12 gennaio la Regione Piemonte ha sigliato un accordo con l’Unione Regionale Cuochi Piemontesi, il cui obiettivo è promuovere la gastronomia locale. L’accordo tra i due enti vuole creare un rilancio economico usando come strumento le risorse agrarie e agroalimentari del territorio.

Il protocollo d’intesa è stato firmato nel Palazzo della Regione Piemonte a Torino; a presenziare l’evento il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, l’assessore all’Agricoltura e Cibo, Marco Protopapa e il presidente dell’Unione Regionale Cuochi Piemontesi, Stefano Bongiovanni.

Gastronomia in Piemonte, una risorsa economica

Il Piemonte, come le altre regioni d’Italia, trova parte della sua identità nella cucina tradizionale e nella produzione di ingredienti tipici del luogo. Il vino è il principale motore economico del settore, tuttavia con la dovuta promozione e valorizzazione, anche altri prodotti tipici potranno diventare beni di consumo nazionale.

(facebook Unione Regionale Cuochi Piemontesi)

Il patto appena siglato si propone di fare questo attraverso azioni mirate di formazione del personale addetto alla produzione e ai servizi. Completeranno il progetto iniziative di informazione sull’educazione alimentare rivolte al consumatore finale.

Il presidente Alberto Cirio ha dichiarato infatti che “i cuochi del Piemonte portano nel mondo le nostre eccellenze e i sapori della nostra cucina; per questo possono ricoprire un ruolo primario nel diffondere la cultura della qualità del cibo e del consumo consapevole”.

Il ruolo dei cuochi piemontesi

I cuochi e gli operatori del mondo enogastronomico piemontese rivestono dunque un ruolo importante; l’Unione Regionale Cuochi Piemontesi, inoltre, è l’unico ente (comprensivo di associazioni provinciali) che rappresenta la regione all’interno della Federazione Italiana cuochi.

Il presidente dell’Unione, Stefano Bongiovanni, a tal proposito ha dichiarato che “questo è un passo molto importante per le nostre associazioni provinciali e per la nostra Unione regionale. Essere a fianco della Regione Piemonte è un inizio di uno splendido cammino di crescita e di valorizzazione del territorio”.

Il rilancio della ristorazione è diventato ormai un argomento primario, anche perché oggetto di manifestazioni e proteste da parte degli operatori del settore a causa delle restrizioni anti Covid. L’augurio è che questa particolare attenzione che la Regione Piemonte sta prestando al settore dia i suoi frutti e implementi l’introito economico.

Danilo D'Acunto
Danilo D'Acunto
Dopo una formazione classica ho proseguito gli studi specializzandomi con lode in Archeologia e Storia dell'Arte Antica presso l'università Federico II di Napoli. Da anni mi occupo di divulgazione e promozione culturale guardando con interesse tutti i campi del settore, dalla letteratura all'enogastronomia, passando per arte, storia e fumetto.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles