-0.3 C
Torino
venerdì 9 Dicembre 2022

Online il bando “Patrocini onerosi” per le iniziative promosse da enti pubblici o privati

Il bando “Patrocini onerosi” nasce per fornire sostegno a manifestazioni ed eventi che promuovono e valorizzano il territorio piemontese

Sul sito del Consiglio regionale è disponibile il bando per la concessione di patrocini onerosi a sostegno di iniziative promosse da enti pubblici o privati senza scopo di lucro per il 2022.

Obiettivo del bando, in attuazione della legge regionale 6/77, è quello di fornire sostegno a manifestazioni ed eventi volti a favorire la promozione e la valorizzazione del territorio piemontese in ambito culturale, formativo, scientifico, sociale, sportivo e turistico-promozionale, anche realizzati in modalità virtuale.

Il patrocinio oneroso può essere concesso per singole iniziative aperte al pubblico e prive di scopo di lucro, la cui previsione di spesa complessiva sia superiore a mille euro e inferiore a 50mila.

Presentazione domande per il bando “Patrocini onerosi”: tutti i dettagli

La domanda di patrocinio oneroso deve essere presentata prima che l’evento abbia inizio, secondo le seguenti scadenze:

  • per le iniziative che si svolgono fino al 30 giugno 2022 entro il 1° aprile 2022 (primo periodo)
  • per le iniziative che si svolgono dal 1° luglio fino al 31 dicembre 2022 entro il 1° luglio (secondo periodo)
  • Per le sole iniziative che hanno inizio a gennaio è consentito che la domanda di patrocinio oneroso sia presentata entro la conclusione dell’iniziativa medesima e comunque non oltre il 31 Gennaio 2022
  • per le iniziative di nuova istituzione e realizzazione non programmabili entro la scadenza del secondo periodo (1° luglio 2022) è prevista una scadenza suppletiva al 23 settembre 2022

Le iniziative devono svolgersi dal 1° luglio al 31 dicembre 2022.

Le sole iniziative che hanno inizio nel mese di dicembre 2022 potranno avere termine entro e non oltre il 31 gennaio 2023, per consentire la presentazione della domanda anche a chi propone iniziative che prendono avvio a fine anno e terminano nell’anno successivo.

Dopo una fase istruttoria relativa all’ammissibilità formale delle domande, una Commissione procederà all’attribuzione dei punteggi definiti dal bando e predisporrà la graduatoria. La valutazione e la conseguente quantificazione del contributo seguiranno una serie di criteri definiti, fra cui la coerenza con il bando, la rilevanza territoriale dell’iniziativa, la valenza culturale, formativa, sociale, scientifica, sportiva e di promozione turistica, l’impatto sull’immagine del Consiglio, l’affidabilità di chi organizza e il rapporto con il territorio. L’esito verrà comunicato ai soggetti richiedenti.

È possibile consultare il bando integrale e trovare la modulistica completa da compilare per la formulazione della domanda di contributo alla seguente pagina del sito del Consiglio regionale.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles