14 C
Torino
domenica 25 Settembre 2022

Immaginare l’innovazione dopo la pandemia è possibile: prosegue il progetto ecoRis3

La pandemia ha travolto e modificato le economie e le collettività europee e mondiali. Come immaginiamo l’innovazione dopo la pandemia? Quali saranno le nuove e diverse opportunità di sviluppo post-pandemico? Come hanno reagito le istituzioni e i territori europei e come sono riusciti ad integrare questa nuova visione nelle loro strategie di specializzazione intelligente e negli altri strumenti programmatori? 

Questi temi saranno approfonditi il 24 febbraio 2022 dalle 9.30 alle 12.30 nell’evento on line “ecoRIS3 Innovation through Pandemic: Challenges and Opportunities for Innovative Ecosystem con il gruppo dei partner e stakeholders europei del progetto ecoRIS3-Policies & Measures to Support Local & Regional Innovation Ecosystems”.

Rafforzare la resilienza nella convivenza con il Covid

Obiettivi dell’incontro saranno da un lato lo scambio di buone pratiche e iniziative di successo sviluppate dagli ecosistemi innovativi per rafforzare la loro resilienza nella convivenza con il Covid-19, dall’altro la discussione interregionale sugli elementi comuni nel superamento della crisi come punto di partenza per le prospettive future delle RIS3.

Il progetto ecoRIS3, finanziato dal Programma Interreg Europe 2014-2020 è finalizzato a migliorare la connessione tra le strategie regionali di specializzazione intelligente e le politiche locali a sostegno dell’innovazione e a migliorare il ruolo degli enti locali quali intermediari e coordinatori degli ecosistemi di innovazione, per favorire il trasferimento dell’innovazione e della conoscenza prodotta dalle università e dai centri di ricerca alle imprese locali.

innovazione

Un progetto che coinvolge diversi soggetti europei

Oltre che dalla Città metropolitana di Torino, il partenariato per il 2022 è composto dall’Agenzia di sviluppo “Fomento de San Sebastian”(Spagna), capofila del progetto, l’Istituto di tecnologia di Cork (Irlanda), l’Agenzia di sviluppo regionale di Vale do Ave (Portogallo), il Parco scientifico e tecnologico “Sunrise Valley” di Vilnius (Lituania), l’Autorità regionale di Vidzeme (Lettonia), la Conferenza delle città dell’arco atlantico (Francia).

Reagire alla crisi pandemica grazie all’apporto dell’innovazione

EcoRIS3 si è articolato in due fasi: la prima fase è durata 3 anni (2017-2019) durante la quale sono state fatte azioni di miglioramento delle conoscenze attraverso attività di mutual learning ed è stato redatto un piano d’azione. Una seconda fase è durata 2 anni (2020-2021) ed è stata una fase di monitoraggio del piano d’azione durane il quale la Città metropolitana di Torino ha ottenuto ulteriori finanziamenti per la realizzazione di due attività pilota, rispettivamente sul tema della telemedicina e sulla formazione degli innovation manager.

Il progetto ha avuto un ulteriore finanziamento per proseguire le attività anche nel 2022, in particolare per capire come gli ecosistemi locali dell’innovazione abbiano reagito – e programmino di adattarsi – in risposta alla crisi pandemica. In quest’ottica è stato organizzato l’incontro del 24 febbraio, a cui parteciperà per la Città metropolitana la consigliera delegata allo sviluppo strategico e alle attività produttive Sonia Cambursano

Per partecipare è necessario registrarsi online: https://bit.ly/3sks8RC

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles