1.3 C
Torino
sabato 24 Febbraio 2024

Piemonte pioggia di soldi per lavori di restauro

In Piemonte arrivano oltre 38 milioni per interventi su edifici e strutture storiche. Sono infatti 311 i progetti, dislocati in 215 Comuni della regione, ad essersi aggiudicati risorse del Pnrr per 38,2 milioni di euro da utilizzare per rigenerare siti di interesse storico in disuso o in stato di degrado, come edifici del passato, chiese e antichi casali.

Per il presidente Alberto Cirio e l’assessore alla Cultura della Regione la ricognizione dei progetti, soltanto per quanto riguarda l’ultima assegnazione, racconta un Piemonte capace di raccogliere e sfruttare in pieno la sfida di spendere praticamente tutte le risorse messe a disposizione dal Pnrr. Gli investimenti sulla cultura sono ormai un patrimonio da valorizzare.

I fondi a disposizione di privati fisici e imprese, enti ecclesiastici, associazioni e fondazioni promettono di trasformare vecchi edifici in luoghi di nuovo fruibili per attività culturali o ricreative, ma sempre in chiave ecosostenibile, requisito irrinunciabile per accedere ai finanziamenti di altri progetti già finanziati per l’efficientamento energetico di cinema, musei, teatri e luoghi della cultura e per il recupero di parchi e piccoli borghi.

La somma ottenuta si stima possa avere una ricaduta economica di una cinquantina di milioni. 

La distribuzione dei fondi

Alessandria e provincia ricevono oltre 4,3 milioni di euro per 35 progetti realizzati in 29 Comuni; Asti e provincia hanno ottenuto 3,4 milioni con 30 progetti che saranno realizzati in 20 Comuni. A Biella sono destinati 1,2 milioni a 10 progetti in 10 comuni, tra cui il restauro della Cappella del Santuario di Oropa. In provincia di Cuneo 128 programmi in 77 comuni hanno superato l’esame della commissione e per questo ricevono 16,3 milioni di euro, in quella di Novara arrivano oltre 2 milioni in 12 comuni per 16 progetti, tra cui la valorizzazione del Casello di Greggio lungo il Canale Cavour. Torino e provincia avranno 6,9 milioni per 57 piani di recupero distribuiti in 44 comuni. Sono 10 in progetti selezionati nel VCO in 5 Comuni e riceveranno 968.000 euro. Poi c’è la provincia di Vercelli, con oltre 3 milioni per 25 programmi, distribuiti in 18 Comuni, tra cui il restauro conservativo del campanile della chiesa dei Santi Quirico e Giulitta di Varallo.

Interventi più significativi: antiche stalle come quelle all’interno dell’abbazia benedettina di Bergamasco in provincia di Alessandria o la chiesa di San Sebastiano a Cocconato d’Asti che saranno restituite alla comunità; il risanamento conservativo del santuario della Madonna dei Monti a Niella Belbo in provincia di Cuneo, o il restauro degli affreschi della cappella di Sant’Anna a Novalesa in provincia di Torino; nel VCO il recupero dei terrazzamenti e dei muretti a secco di Borgomezzavalle; in provincia di Novara sarà valorizzato il casello dell’ottocentesco canale Cavour a Greggio; a Gattinara, nel Vercellese, sarà recuperato il castello di San Lorenzo, uno dei monumenti simbolo della città: nel Biellese saranno restaurate le cappelle del Sacro Monte di San Giovanni d’Andorno.

Mel Menzio
Mel Menzio
Giornalista da oltre 40 anni, fondatore e direttore dal 1995 del quotidiano settimanale “il Mercoledì” di Moncalieri.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles