0.9 C
Torino
mercoledì 7 Dicembre 2022

Nespolo crea una nuova stella per l’AIL e i malati di leucemia a Torino

“Stella d’Artista” è la litografia realizzata da Ugo Nespolo per la raccolta di beneficienza dell’AIL in soli 100 esemplari

Rendere più luminoso il Natale e farlo brillare non solo di creatività ma anche di solidarietà. Questa la missione di AIL, l’Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma di Torino che grazie alla collaborazione con il pittore, designer e artista multimediale Ugo Nespolo ha creato una “nuova stella artistica” per aiutare i malati di leucemia.

L’AIL, dopo due anni di pandemia, ha ripreso la tradizionale raccolta fondi natalizia e ha deciso nuovamente, come avveniva prima della restrizioni, di “affidarsi alle stelle” per la sua campagna di autofinanziamento delle proprie attività assistenziali: accanto alle “Stelle di cioccolato” e alle Stelle di Natale, le suggestive piante ornamentali che fioriscono d’inverno l’associazione metterà anche in vendita “100 Stelle d’Artista”. Le litografie, nate dall’impegno solidale di Ugo Nespolo in sostegno dell’Associazione, saranno firmate dal noto artista e saranno riprodotte in una serie limitata e numerata.

La raccolta fondi natalizia dell’AIL si terrà il 4 – 5 e 8 Dicembre in 15 piazze di Torino e in 46 centri della provincia di Torino. Ed a inaugurare la campagna natalizia sarà il Sindaco Stefano Lorusso che proprio il 4 dicembre alle ore 12 in piazza San Carlo riceverà la prima “Stella ” di Ugo Nespolo dalla presidente di Ail Torino Federica Galleano.

Le altre 99 “Stelle d’Artista” saranno in vendita nell’atrio del Cinema Ambrosio di corso Vittorio Emanuele grazie alla collaborazione nata con il proprietario della sala cinematografica Sergio Troiano che ha voluto con questo gesto essere vicino ad AIL.

“Grazie alla partecipazione solidale non soltanto dei singoli cittadini, ma del sistema economico torinese, ci auguriamo, e sono questi per noi i più sentiti auguri di Natale, che le nostre Stelle possano brillare su risultati ancora migliori nel 2022” commentano i responsabili dell’AIL.

Alcune volontarie dell'AIL in una manifestazione di qualche anno fa
Alcune volontarie dell’AIL in una manifestazione del 2017

Casa AIL: a Torino un luogo di accoglienza per aiutare i pazienti e i loro famigliari

AIL Torino è attiva dal 1990 ed è impegnata ad assistere i pazienti e a sostenere i loro familiari nel complesso percorso di gestione di patologie che implicano lunghi periodi di cura. Uno degli obiettivi dell’associazione è infatti quello di migliorare la qualità della vita aiutando a costruire strutture e servizi per andare incontro alle necessità di chi soffre, abbreviando così i tempi di permanenza in ospedale, e rendendo possibile la convalescenza dei malati oncoematologici e delle loro famiglie in un luogo come Casa AIL, dove i degenti e gli accompagnatori possono di nuovo sentirsi a casa propria.

Attiva dal 1 ottobre 1990, AIL Torino ha visto progressivamente crescere l’efficacia dei suoi interventi, anche grazie all’impegno dei volontari, alla generosità di medici e infermieri e alla solidarietà della comunità torinese, tanto che nel 2020 sono stati garantiti 460 pernottamenti presso Casa AIL di via Nizza 24, 850 trasporti in day hospital, 250 visite domiciliari per bambini con il progetto “Voglio stare a casa… vieni tu”.

AIL Torino infine non si limita a fornire servizi per rendere meno doloroso il presente della malattia, ma contribuisce a investire sul futuro, per tener viva la speranza di debellare definitivamente queste patologie, finanziando la ricerca scientifica sui tumori del sangue con 27 borse di studio per un valore complessivo di 490 mila euro all’anno e un posto di specializzazione in Ematologia all’Università di Torino.

Rossella Carluccio
Rossella Carluccio
Classe 1983. Ha iniziato con il giornalismo locale nel 2005 lavorando prima per “Il Risveglio” e poi per “Il Canavese”. Dal 2009 è giornalista pubblicista. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione inizia un’avventura lavorativa nel mondo del digital marketing ma senza dimenticare la sua prima passione, la scrittura. Unisce questi due universi e diventa copywriter. Dal 2021 ritorna a vestire i panni della giornalista.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles