4.7 C
Torino
sabato 16 Ottobre 2021

Torino rinascono i giardini Revello: giochi e bookcrossing in un rain garden

Il quartiere Cenisia ha un piccolo polmone verde in più, offrendo un nuovo giardino agli abitanti e in particolare ai bimbi. Ecco un luogo innovativo, a partire dal progetto che lo ha realizzato

Un nuovo angolo di Torino si colora di verde: da pochi giorni è stato inaugurato il giardino Revello, nel quartiere Cenisia tra via Frejus e via Revello, poco distante dal mercato di Racconigi. Anni fa lo spazio era soggetto a degrado ma è stato recuperato come è già successo con il parco Dora, e adesso presenta perfino una piccola novità.

Revello: dal degrado alla novità

Anni fa l’area era occupata da una scuola media abbandonata, la Renzo Pezzani, e successivamente dal centro sociale Gabrio, fin quando nel 2017 si decise di riqualificarla. I lavori iniziarono l’anno dopo e tra i primi interventi ci furono quelli di bonifica dall’amianto. Col tempo il giardino cominciò a trasformarsi e prendere forma, grazie anche alla partecipazione di cittadini e abitanti del quartiere che hanno contribuito in maniera attiva a rendere il posto quel piccolo gioiello che oggi è diventato.

Ma la novità più grande del posto è la sua progettazione. Infatti il giardino è un cosiddetto “rain garden”, vale a dire una struttura pensata per drenare e controllare l’acqua piovana in modo da evitare gli allagamenti delle strade. Dato che il cambiamento climatico ci sta abituando a piogge violente e improvvise (se non addirittura a grandinate, come quella che abbiamo visto qualche giorno fa), una struttura del genere, completamente eco-compatibile, non può che essere apprezzata. E si spera che ad apprezzarla siano soprattutto i più piccoli, visto che una bella fetta di giardino è pensata per loro.

Le giostre del gardino Revello (www.facebook.com)

Giardino Revello, spazio ai bambini

Buona parte dei 5000 metri quadrati che compongono il giardino sono dedicati soprattutto ai bambini. In un’area gioco opportunamente recintata, i più piccoli hanno modo di divertirsi con scivoli, giostre, strutture per il salto e l’arrampicata. Molto bella l’idea di aggiungere a queste attività anche uno xilofono, un modo intelligente e divertente di abituare i bimbi alla musica.

Offrire stimoli ai bambini è infatti uno degli scopi del giardino, e proprio per questo è stato inserito quello che è, a mio avviso, un punto caratteristico, particolarmente apprezzabile perché non si trova spesso all’interno di un giardino. Parliamo di una libreria destinata al book crossing e che speriamo si riempia di libri, in modo da avvicinare quanti più bambini possibili al mondo della lettura. Chi scrive non ha resistito alla tentazione di dare il suo contributo e vi invitiamo a fare altrettanto.

La libreria per il book crossing

Danilo D'Acunto
Dopo una formazione classica ho proseguito gli studi specializzandomi con lode in Archeologia e Storia dell'Arte Antica presso l'università Federico II di Napoli. Da anni mi occupo di divulgazione e promozione culturale guardando con interesse tutti i campi del settore, dalla letteratura all'enogastronomia, passando per arte, storia e fumetto.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social

0FansLike
2,981FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles