14.1 C
Torino
martedì 4 Ottobre 2022

Rapina al minimarket di via Genova: a tradire il ladro è “una storia” su Instagram

L’autore di una rapina avvenuta in via Genova a Torino è stato individuato anche grazie ad una “storia” pubblicata sul suo profilo Instagram

Non è la prima volta che il grande potere mediatico dei social aiuta gli investigatori di Polizia a risolvere un caso. Lo dimostra anche questo ennesimo caso, nel quale un ladro viene appunto “riconosciuto” grazie ad alcuni particolari pubblicati sui suoi account social ed in particolare per il fatto di aver pubblicato una “Storia sul suo account Instagram.

Il protagonista di questa vicenda, in concorso con un altro soggetto al momento ancora ignoto, ha perpetrato una rapina in un minimarket di via Genova a Torino lo scorso 24 aprile.

Le indagini svolte dalla Polizia del Commissariato Barriera Nizza si sono concentrate sui filmati di videosorveglianza presenti all’interno del locale commerciale. Ed ad aver tradito uno dei due ladri, un diciottenne italiano già noto agli inquirenti, è stato appunto un particolare inerente l’abbigliamento utilizzato per il “colpo”.

L’attenzione degli investigatori è infatti ricaduta fin da subito sul giovane che, brandendo anche un coltello da cucina, ha colpito più e più volte con una sedia il proprietario del mini market.


Gli agenti di Polizia successivamente hanno appurato come lo stesso soggetto, alcuni giorni dopo la rapina, fosse stato immortalato dagli impianti di videosorveglianza del Commissariato San Donato, presso il quale era anche sottoposto ad obbligo di firma per altro reato, con gli stessi abiti utilizzati il giorno della rapina. E un’analisi dei suoi profili social ha potuto confermare questa pista investigativa.

Gli indumenti sono poi stati successivamente rinvenuti e sequestrati a casa del giovane nel corso di una perquisizione. E per il giovane era stato emesso un provvedimento cautelare di custodia in carcere ma prima che potesse essere operato il diciottenne si era reso irreperibile alle forze dell’ordine.

Ed è proprio grazie ad una “storia” pubblicata dal ragazzo sul suo account Instagram che la Polizia ha poi potuto localizzare il ragazzo: il diciottenne si trovava nel comune di Courmayer, al confine con la Francia.

Negli scorsi giorni, gli investigatori sono riusciti a risalire all’alloggio in cui si trovava il ricercato, sito in una frazione del comune di Pré-Saint-Didier in provincia di Aosta e hanno potuto scoprire che da pochi giorni il ragazzo era stato assunto per un’attività di lavoro stagionale nella località turistica valdostana.

Ora il diciottenne si trova in arresto secondo la misura cautelare presso la casa circondariale di Aosta.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles