13.9 C
Torino
giovedì 29 Settembre 2022

Presa a Torino la banda di rapinatori di banche che si ispirava a ‘La Casa di Carta’

I rapinatori hanno derubato una banca di Milano e si facevano chiamare "Il Professore" e "Helsinki" come i noti personaggi della serie TV spagnola

Non si tratta di una manovra commerciale per lanciare le puntate finali della serie tv “La casa di Carta”, ciò di cui stiamo parlando è realmente successo: è stata sgominata a Torino una banda di rapinatori che si ispirava alla nota serie tv spagnola “La casa di Carta”.

E se nella “Casa de Papel” la banda di rapinatori che si fa chiamare come i nomi delle più grandi città non è ancora stata catturata dalla Polizia (e domani 3 dicembre quando giungerà sulla piattaforma Netflix la seconda parte della quinta stagione scopriremo se sarà effettivamente ancora così) la banda torinese responsabile di una rapina aggravata ad una banca di Milano è stata invece arrestata dagli investigatori della Sezione Antirapina della Squadra Mobile di Torino.

Si facevano chiamare “il Professore” e “Helsinki”

La banda che si ispirava alla “Casa di Carta” era composta da due uomini pluripregiudicati M. G., di 48 anni e C. R. di 73 anni e da una donna S. E. di 53 anni. I tre hanno rapinato lo scorso 22 settembre la filiale di una banca a Milano, l’istituto bancario in via delle Forze Armate angolo via Rismondo. Per non rivelare i loro nomi di battesimo proprio durante la rapina i due uomini si sono appellati tra loro come “Il Professore” e “Helsinki”, proprio come due dei protagonisti della nota serie TV spagnola.

Il modus operandi della banda

Dalla ricostruzione dei fatti i due rapinatori sono entrati con il volto coperto all’interno della filiale della banca e hanno minacciato con una pistola i presenti, prendendo anche in ostaggio per circa trenta minuti i dipendenti ed i clienti che si trovavano in quel momento all’interno dell’istituto bancario.

La refurtiva sottratta dalle apparecchiature bancomat è stata di 320 mila euro. La donna, invece, ha fatto da complice e ha aspettato a bordo di un’auto fuori dalla banca in attesa che uscissero i due uomini con il malloppo. I tre hanno così potuto allontanarsi celermente senza essere presi dalla Polizia.

Dopo il fatto le indagini sono state svolte dalla Squadra Mobile di Torino che, grazie anche alle telecamere presenti nella banca milanese, ha potuto raccogliere un solido quadro indiziario sui tre rapinatori.

Il 2 novembre scorso la Polizia ha sventato l’ultimo tentativo di rapina in banca

Gli investigatori lo scorso 2 novembre sono riusciti ad arrestare M.G. e S.E proprio mentre stavano perpetrando un’altra rapina: i due insieme ad un altro complice residente a Torino, C.C. di 47 anni stavano tentando una rapina aggravata alla filiale di un’altra banca di Milano in via Salvo d’Acquisto 4. Le modalità del colpo erano identiche a quelle utilizzate nel primo, avvenuto il 22 settembre.

I due uomini a volto coperto sono entrati nell’istituto bancario con un’arma, risultata poi essere una fedele riproduzione di una pistola semiautomatica e di un taglierino, mentre la donna attendeva fuori dalla banca a bordo della sua autovettura. In quell’occasione la rapina è stata sventata dagli investigatori di Polizia proprio in prossimità della filiale bancaria.

Nascondevano i proventi delle rapine sotto le piastrelle del pavimento

Ad inchiodare i rapinatori anche le perquisizioni eseguite a casa di uno dei due uomini, dove è stata rinvenuta, sotto alcune piastrelle del pavimento, la somma di circa 56 mila euro in banconote di vario taglio e a casa della donna dove è stata trovata la somma di 44 mila euro, custodita in una cassetta di sicurezza.

I tre ora risultano indiziati per avere perpetrato in concorso tra loro la rapina aggravata. M. G. e C. R., quest’ultimo rintracciato presso la sua abitazione a Torino sono stati sottoposti alla misura della custodia cautelare in carcere, mentre la donna è stata sottoposta alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione torinese.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles