14 C
Torino
domenica 25 Settembre 2022

Grugliasco, accolti i primi 12 profughi ucraini. Questa notte in arrivo altre 7 persone

Il Comune ha creato una task force ad hoc per assistere e gestire l'emergenza

Sono arrivati questa notte a Grugliasco i primi 12 profughi ucraini da Odessa, città ucraina che si affaccia sul Mar Nero. Tra loro anche due bambine di 5 e 11 anni. Attualmente sono stati ospitati a borgata Paradiso, in viale Radich, in un bed & breakfast e in via Galimberti in un appartamento. Tutti avranno i pasti e i beni di prima necessità, dai vestiti al materiale per l’igiene intima, dai giochi per le bambine alle schede telefoniche per i cellulari. E secondo le ultime notizie della Protezione civile questa notte arriveranno altri 7 profughi. Grugliasco sarà pronta ad accoglierli.  

La task force del Comune per gestire l’emergenza

Questa mattina il sindaco ha attivato una vera e propria task force per organizzare la quotidianità di queste famiglie e risolvere il prima possibile il problema dei documenti, della copertura vaccinale e sanitaria con l’Asl To3 e delle comunicazioni con l’attivazione di sim italiane per i loro cellulari. Nel caso avessero bisogno di altro materiale specifico, sarà cura del Comune scriverlo sui canili comunicativi istituzionali della città (sito web e pagina Facebook).  

profughi ucraini

Il sindaco Montà: “Vogliamo che queste persone siano coinvolte nella vita della città”

La prossima settimana il Comune aprirà un conto corrente specifico e dedicato solo alla raccolta fondi da destinare alle persone che arriveranno a Grugliasco. “Per consentire loro – aggiunge il sindaco di Grugliasco Roberto Montàdi vivere qui a Grugliasco, anche se per breve tempo, ma in maniera dignitosa. Ci stiamo muovendo per evitare che bambini e famiglie stiano rintanate in casa o nelle camere del bed & breakfast coinvolgendole nella vita quotidiana della città: sport, eventi, scuola e manifestazioni. Il nostro obiettivo è cercare di aiutarli con i beni di prima necessità che con grande solidarietà i grugliaschesi hanno donato in queste settimane. Abbiamo organizzato per ogni famiglia dei piccoli pacchi con i beni che ci hanno richiesto“.

Oltre 1,7 milioni di ucraini sono fuggiti dal Paese dopo l’inizio del conflitto

La Protezione civile regionale, intanto, si sta preparando per un aumento del flusso, per quanto ci si può preparare a un flusso migratorio come non si vedeva dai tempi della Seconda guerra mondiale, per rapidità e numeri: dall’inizio dell’invasione sono scappate dall’Ucraina più di 1,7 milioni di persone.

A Grugliasco sono 18 gli ucraini residenti (17 donne e un uomo) che saranno contattati nei prossimi giorni con l’obiettivo di facilitare il ricongiungimento con parenti e amici e coinvolgerli nell’integrazione momentanea con i loro connazionali presenti in città. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles