9.9 C
Torino
venerdì 30 Settembre 2022

Frode nel commercio dei metalli ferrosi a Torino per oltre 64 milioni di euro

Un'azienda della provincia di Torino riceveva fatture fittizie da diverse società comunitarie per ottenere illeciti vantaggi fiscali e indebite detrazioni d'imposta.

Scoperta dai funzionari ADM del Reparto Antifrode di Torino un’evasione dell’IVA milionaria. Sotto inchiesta è finita un’azienda ubicata nella provincia di Torino operante nel settore dei metalli ferrosi.

L’inchiesta scaturita denominata “Frode Carosello” ha messo in luce un intricato quanto disonesto congegno architettato da una azienda nel torinese: a questa “società filtro” venivano emesse fatture da parte di soggetti fittizi facenti parte di imprese nazionali e comunitarie dislocate in Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania.

L’irregolare fatturazione, eseguita anche per rilevanti importi, ha consentito agli autori della frode di ottenere illeciti vantaggi fiscali, indebite detrazioni d’imposta e rimborsi IVA.

I funzionari ADM italiani e le Autorità fiscali estere, dopo opportune verifiche dei vari soggetti comunitari coinvolti e dopo aver esaminato i libri contabili e i conti bancari delle società interessate dalla frode, hanno accertato un’evasione IVA da 64.623.502 euro.

Ora il legale rappresentante della “società filtro” è stato denunciato e segnalato alla Procura della Repubblica di Torino.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles