26.1 C
Torino
sabato 28 Maggio 2022

Collegno, riapre il muro dell’ex manicomio: sarà una nuova entrata del Parco Dalla Chiesa

Quarantacinque anni dopo il primo abbattimento, è iniziato il restauro di uno degli ingressi originali dell’Ospedale Psichiatrico. Questa “nuova” entrata nel Parco Dalla Chiesa fa parte di una serie di ripristini dopo gli interventi di muratura realizzati negli anni Sessanta per allargare la Via Torino e separare meglio i ricoverati dal resto della città, evitando relazioni dalle inferriate. Un intervento che fa parte del progetto complessivo di recupero del disegno originale degli spazi del monastero certosino e dell’OP: proprio dietro l’attuale liceo Curie esisteva un cancello affacciato su via Torino, di quasi 10 metri di ampiezza, che sarà restaurato simile all’originale.

Inoltre dallo spazio che oggi è conosciuto come Piazza della Pace o “Vascone” partivano lunghi viali alberati che già nel disegno certosino del XVIII secolo intersecavano perpendicolarmente l’attuale c.so Pastrengo. Anche questo collegamento sarà riportato alla luce, grazie ai lavori per il Servizio Ciclabile Metropolitano che lì realizzeranno una pista ciclabile permeabile.

Il sindaco Casciano: “Apriamo un varco nel passato per affacciarci verso un futuro sostenibile”

In un luogo simbolo di Collegno, oggi apriamo di nuovo un varco nel passato per affacciarci a una nuova storia di connessioni e rigenerazione – è il commento il Sindaco Francesco Casciano – Nel 1977, per organizzare la mostra di Collegno Proposte e documenti venne abbattuto il primo pezzo di muro dell’Ospedale Psichiatrico, un anno prima della Legge Basaglia. Quasi mezzo secolo più tardi siamo di fronte a un’altra innovazione, con lo sviluppo metropolitano del nostro territorio e dei nostri modi di spostarsi sostenibili“.

manicomio collegno

Traccarichi: “Una via breve verso snodi nevralgici e percorsi ciclopedonali”

Su questo intervento l’assessore alla Mobilità Gianluca Treccarichi si è così espresso: “Questa sarà la via breve per studenti, dipendenti ASL, Cidiu e Comune e cittadini verso la nuova fermata della metropolitana Certosa o verso la stazione ferroviaria e i percorsi ciclopedonali. L’intervento prevede in particolare il restauro delle colonne storiche e la fornitura e posa di un cancello, simile a quelli esistenti sugli altri accessi al parco, come richiesto della Soprintendenza, la sistemazione della pavimentazione sia all’interno del parco e il completamento del vialetto di accesso, su via Torino l’attraversamento pedonale e ciclabile“.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles