25.9 C
Torino
lunedì 4 Luglio 2022

Carovana della solidarietà a Grugliasco: partito il carico di materiale per i profughi ucraini

Una carovana composta da furgoni, un fuoristrada e un autocarro sono diretti alla volta del confine tra Polonia e Ucraina: raccolti oltre 30 bancali di viveri e altro materiale per un totale di 200 quintali

Sono partiti oggi pomeriggio da Grugliasco, alle 16:30, tre furgoni dei Vigili del Fuoco forniti dal Comando Provinciale di Torino, oltre a uno offerto da Michele Lovera, dell’omonima ditta di catering, un altro della società Cosmetici spa, un sesto furgone messo a disposizione dall’associazione Lyons di Collegno “Certosa Reale” e uno della società Ett-Italia.

La missione è composta anche da un fuoristrada della Federazione nazionale dei Vigili del Fuoco volontari e da un autocarro della ditta Mantoan Trasporti del Gruppo Mole Logistica, in collaborazione con la Fai Piemonte (Federazione autotrasportatori italiani), carichi di materiale per aiutare la popolazione ucraina. Oltre 30 bancali del peso stimato di circa 200 quintali che saranno consegnati ai profughi della guerra che ormai da giorni si stanno riversando principalmente sui confini ucraini di Polonia e Moldavia. Ad aiutare nel carico di viveri e materiale, con il suo trattore, l’agricoltore grugliaschese Maggiorino Bronzino.

Prima tappa a Inveruno e poi il viaggio verso la Polonia

La carovana grugliaschese raggiungerà questa sera Inveruno, nel milanese, e sabato 11 marzo, in serata, partirà la missione umanitaria diretta in Polonia dove avverrà la consegna, per poi rientrare a Grugliasco nella notte tra mercoledì 16 e giovedì 17 marzo.

Fanno parte della missione umanitaria il capo squadra del Distaccamento volontario dei Vigili del Fuoco di Inveruno, Michele Marra, e il geometra Mauro Colombini, mentre per il distaccamento dei Vigili del Fuoco volontari di Grugliasco sono partiti Francesco Cravero, Salvatore Tribastone e Mauro Battaglio, oltre all’infermiera pediatrica dell’ospedale Mauriziano Valeria Trombaturi.

Solidarietà a Grugliasco: partito il carico di materiale per i profughi ucraini
Uno dei furgoni messi a disposizione dal comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Torino

Un’iniziativa che ha beneficiato della collaborazione di un gran numero di persone, enti e associazioni

“Siamo soddisfatti dell’enorme mole di materiale consegnatoci dai grugliaschesi – ha dichiarato Francesco Cravero, capo distaccamento dei Vigili del Fuoco volontari di Grugliasco. – Ringrazio il sindaco di Grugliasco Roberto Montà, l’assessore alla Protezione civile Raffaele Bianco, il gruppo della Protezione civile dell’Amministrazione comunale di Grugliasco e le associazioni grugliaschesi per la disponibilità, oltre al sindaco di Inveruno Sara Bettinelli che ha lavorato in concomitanza con i comuni dell’alto Milanese, il Comando Provinciale dei vigili del fuoco comandante Agatino Carollo, i commercianti, le imprese e le ditte di Grugliasco che hanno sostenuto e contribuito alla missione, i cittadini, le scuole e il distaccamento dei vigili del fuoco volontari di Grugliasco”

Cravero ha inoltre rivolto un ringraziamento alla ditta Mantoan che “ha procurato l’autocarro”, alla Fai “che ha messo a disposizione l’autista per il trasporto del materiale” e al personale sanitario dell’ospedale Mauriziano di Torino “oltre alla direttrice sanitaria Maria Carmen Azzolina e il dott. Maurizio Gaspare Dall’Acqua direttore generale del Mauriziano”.

Il sindaco Montà: “Un ringraziamento sentito a tutti i grugliaschesi”

“Ringrazio tutti i cittadini che con la loro generosità hanno contribuito a questa importante raccolta umanitaria di vestiti, materiali per bambini e cibo – ha spiegato il sindaco di Grugliasco Roberto Montà – Una generosità che i grugliaschesi hanno sempre espresso e dimostrato. Per questo ringrazio loro e i volontari dei vigili del fuoco che si sono attivati subito fin dall’inizio della guerra con questa raccolta e con un’organizzazione impeccabile dovuta alle loro precedenti esperienze in Kosovo e in altre zone di guerra”.  

“Era fondamentale intercettare le esigenze delle persone che stanno soffrendo in Ucraina, coinvolgendo i nostri cittadini più sensibili – ha sottolineato l’assessore alla Protezione civile Raffaele Bianco -. E non ci aspettavamo una risposta così numerosa da parte dei grugliaschesi che ci hanno aiutato a raggiungere l’obiettivo di aiutare la popolazione ucraina così duramente colpita dalla guerra di questi giorni”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles