15.2 C
Torino
domenica 25 Settembre 2022

Vandali prendono di mira la targa del giovane assassinato per una sigaretta in Borgo Vittoria

Furti e atti vandalici sono stati perpetrati sulla targa del 15enne Giorgio Cristian Munteanu. Dopo la richiesta di rimozione da parte della mamma è intervenuto sulla questione il Sindaco Lo Russo

Era il 30 gennaio 2010 quando Giorgio, da tutti chiamato Giorgino, a soli 15 anni perse la vita. A causa di un paio di sigarette non consegnate ai suoi aguzzini, i fratelli Catalin e Cosmin Jitaru poi condannati per l’accoltellamento del giovane.

Da allora una targa in un aiuola in via Antonio Vibò ricorda la vita, purtroppo spezzata troppo presto, di Giorgio Cristian Munteanu nel quartiere di Borgo Vittoria.

Ed è lì che la mamma del 15enne scomparso prematuramente ha anche depositato, in occasione delle festività natalizie, un piccolo alberello di Natale.

Ma i vandali non hanno rispettato neanche questo gesto. E dopo il furto sono anche comparse scritte razziste. E così la mamma del giovane brutalmente accoltellato ha deciso di chiedere al Comune la rimozione della targa. Un ricordo che dopo gli atti vandalici subito getta addosso alla famiglia ancora più dolore e sofferenza.

L’intervento del Sindaco Lo Russo sulla targa vandalizzata

La drammatica questione della targa vandalizzata e saccheggiata da alcuni vandali è giunta anche al Sindaco di Torino, Stefano Lo Russo che ha deciso di intervenire sulla questione.

Il primo cittadino ha deciso e comunicato alla signora Elena Ignat, mamma del giovane mancato nel 2010, che la targa sarà ufficialmente e al più presto spostata in un nuovo luogo o se nel caso venisse deciso di lasciarla in quella stessa piazzetta sarà realizzata attorno ad essa una più consona recinzione.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles