1.5 C
Torino
sabato 3 Dicembre 2022

Bike To School, tutti a scuola in bicicletta: l’iniziativa del Torino Bike Pride

Bike To School è l’iniziativa per sensibilizzare e promuovere l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto per andare a scuola

Venerdì 24 settembre sono stati 500 i bambini e le bambine che hanno sperimentato con i loro genitori il “Bike To School” ovvero l’iniziativa di andare tutti insieme a scuola ma in bicicletta.

Bike to School è una manifestazione organizzata dall’associazione torinese Fiab Torino Bike Pride insieme a Comitato Torino Respira, Comitato provinciale per l’Unicef, Consulta della mobilità ciclistica e della moderazione del traffico, FIAB Coordinamento Nord Ovest e Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta.

Gli enti si erano già fatti promotori di iniziative dedicate a questa tematica nella scorsa primavera (tra cui sottolineiamo anche la recente partecipazione del Fiab Torino Bike Pride al Festival della Sostenibilità per bambini) e l’iniziativa del Bike to School, rilanciata in occasione dell’apertura dell’anno scolastico, sarà replicata ogni ultimo venerdì del mese.


“Il progetto vuole anche essere un momento di festa e un’occasione per chi partecipa di pedalare con i propri figli o nipoti verso la scuola, in un contesto tutelato e sicuro, di ascoltare le esperienze di chi pedala da più tempo condividendo con loro suggerimenti su attrezzature e allestimento bici, abbigliamento o percorsi migliori – spiegano gli organizzatori del Fiab Torino Bike Pride – Bike to School è un modo anche per ricordare che la mobilità sostenibile e attiva è la migliore soluzione per contrastare i problemi della qualità dell’aria delle nostre città, ma anche per garantire, in particolare a bambini e ragazzi, una qualità della vita più sana e una maggiore attività motoria. Inoltre la bicicletta è il miglior mezzo per mantenere il distanziamento fisico a maggior ragione in questo momento in cui le scuole hanno ripreso a pieno regime e i mezzi pubblici circolano sottodimensionati”.

Bike To School: l’iniziativa per sensibilizzare l’importanza di andare in bici a scuola

Il Bike to school nasce come iniziativa per sensibilizzare studenti e studentesse e le loro famiglie sull’importanza di andare in bici a scuola. Ma è anche un progetto per informare e coinvolgere chi non è abituato ad utilizzare la bicicletta per muoversi in città con la speranza che questo mezzo a due ruote possa essere inserito nella sua abitudine di spostamento.

Per una giornata, l’ultimo venerdì del mese, in maniera programmata , famiglie, insegnanti, volontari e studenti si potranno organizzare per condividere il tragitto casa-scuola, con appuntamenti in ogni quartiere e un percorso prestabilito.

Gli organizzatori con questa manifestazione vogliono appunto sottolineare che utilizzare la bicicletta può essere un modo diverso di andare a scuola ed auspicano che possa diventare un’azione di routine quotidiana per le famiglie.

“L’obiettivo è quello di ridurre il più possibile l’uso dell’auto privata soprattutto se deve essere utilizzata per una distanza facilmente percorribile sia a piedi che in bicicletta. Fiab Torino Bike Pride è molto sensibile a questo progetto perché riteniamo che i bambini siano il futuro della nostra città e anche quelli che più vengono colpiti dagli effetti negativi dell’inquinamento dell’aria, dall’assenza di spazio nelle strade in cui giocare o ancora di più dall’assenza di spazio all’ingresso delle scuole” dichiara Elisa Gallo, presidente di Fiab Torino Bike Pride.

L'iniziativa del Bike to school a Torino organizzata dal Fiab Torino Bike Pride
L’iniziativa del Bike to school a Torino organizzata dal Fiab Torino Bike Pride

Favorire la mobilità attiva: l’impegno delle scuole

L’iniziativa mira anche a sensibilizzare le scuole e i dirigenti scolastici affinché si facciano anche loro promotori dell’iniziativa offrendo alle famiglie rastrelliere e aree idonee dove poter lasciare le biciclette.

Una particolare attenzione, ammoniscono i promotori, deve essere posta al rispetto delle strade scolastiche, ossia alla creazione di apposite aree pedonali soprattutto in concomitanza con gli orari di ingresso e uscita delle scuole: ancora troppo spesso le pedonalizzazioni non sono rispettate e non sono fatte rispettare anche se risultano necessarie per salvaguardare la sicurezza dei bambini e di chi sceglie la mobilità attiva.

Molte scuole hanno già chiesto di pedonalizzare le aree davanti all’ingresso e altre le hanno richieste attraverso opportune petizioni al Comune. La nostra redazione aveva sottolineato la problematica in quest’articolo dedicato alla pedonalizzazione delle aree davanti alle scuole in alcuni istituti scolastici di Torino.

Come organizzare un Bike to School

Chiunque può partecipare all’iniziativa del Bike to School. L’associazione del Fiab Torino Bike Pride si offre come supporto nella promozione dell’iniziativa consigliando un breve vademecum per organizzare e condividere l’iniziativa.

L’associazione consiglia di:

  • Individuare un referente organizzativo;
  • Decidere orario e luogo di incontro per radunarsi, conoscersi e magari fare colazione insieme, rispettando il distanziamento fisico e l’uso della mascherina;
  • Stabilire il percorso, di solito entro i 2 km, valutando tappe intermedie per coinvolgere altri partecipanti provenienti da zone diverse;
  • Comunicare il programma tramite le bacheche della scuola, i volantini negli armadietti, i gruppi dei genitori e la pagina facebook dell’evento;
  • Durante il tragitto, pedalare in gruppo rimanendo compatti, anche accanto ai più piccoli (il Cds consente di pedalare a fianco dei bambini fino a 10 anni), ma soprattutto divertirsi, fare molte foto e raccontare a tutti l’esperienza;

È disponibile anche un kit condiviso a questo indirizzo per l’auto-organizzazione dei Bike to school. ll’interno è possibile trovare un form on line da compilare, sia singolarmente per aderire a gruppi già esistenti o per proporne uno nuovo con gruppi già costituiti, il modello per adattare la locandina al proprio evento e un modello di lettera da inviare al proprio istituto scolastico.

Rossella Carluccio
Rossella Carluccio
Classe 1983. Ha iniziato con il giornalismo locale nel 2005 lavorando prima per “Il Risveglio” e poi per “Il Canavese”. Dal 2009 è giornalista pubblicista. Dopo la laurea in Scienze della Comunicazione inizia un’avventura lavorativa nel mondo del digital marketing ma senza dimenticare la sua prima passione, la scrittura. Unisce questi due universi e diventa copywriter. Dal 2021 ritorna a vestire i panni della giornalista.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles