18.2 C
Torino
mercoledì 10 Agosto 2022

Arrestato il ladro seriale di “Mirafiori”: ha rapinato per tre volte la stessa farmacia

Si tratta di un 41enne italiano: l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è accusato di essere l'autore di quattro rapine

Gli agenti del Commissariato Mirafiori, coordinati dalla Procura della Repubblica di Torino, hanno eseguito una misura di custodia cautelare nei confronti di 41enne italiano gravemente indiziato di aver messo a segno 4 rapine a danno di una farmacia e di una sala scommesse, tutte situate nel quartiere Mirafiori.

L’uomo era già noto alle forze dell’ordine in quanto era stato tratto stato arrestato dagli agenti dello stesso commissariato ad inizio maggio per un tentativo di rapina in una sala scommesse. La prontezza della dipendente nel dare l’allarme aveva permesso ai poliziotti di fermare l’uomo nell’immediatezza dei fatti.

L’attività di indagine, condotta anche attraverso una approfondita analisi dei filmati dei sistemi di videosorveglianza presenti negli esercizi commerciali colpiti, ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’indagato.

Il 41enne si sarebbe reso responsabile, nelle settimane precedenti all’arresto, di tre rapine tutte messe a segno nella stessa farmacia, e di un’altra in una sala scommesse, la stessa che avrebbe poi tentato di rapinare a inizio maggio. Nel caso della rapina della sala scommesse, l’indiziato si sarebbe impossessato di circa 11.000 euro.

ladro Mirafiori

Il modus operandi

Nelle immagini delle telecamere interne si nota come il soggetto abbia effettuato le rapine con il medesimo modus operandi: entrava a passo spedito all’interno delle attività commerciali brandendo un coltello e minacciava il personale in cassa chiedendo di svuotarla nel più breve tempo possibile. Nel furto alla sala scommesse si è addirittura introdotto nel retro e si è impossessato del denaro prelevandolo in prima persona, spaventando a morte la commessa presente in quel momento.

Anche alcuni accessori d’abbigliamento indossati per mettere a segno i colpi erano sempre i medesimi come ad esempio il cappello nero alla pescatora sopra la testa e una sciarpa blu al collo, nonostante si trattasse del mese di maggio. Stratagemmi che però non sono riusciti a celare la sua identità.

Carlo Saccomando
Carlo Saccomando
Classe 1981, giornalista pubblicista. Poco dopo gli studi ha intrapreso la carriera teatrale partecipando a spettacoli diretti da registi di caratura internazionale come Gian Carlo Menotti, fondatore del "Festival dei Due Mondi" di Spoleto, Lucio Dalla, Renzo Sicco e Michał Znaniecki. Da sempre appassionato di sport lo racconta con passione e un pizzico di ironia. Attualmente dirige il quotidiano "Il Valore Italiano".

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles